Lᴀ Vᴏᴄᴇ ᴅᴇʟ Rᴇᴄᴇɴsᴏʀᴇ

SCRITTURA VIVA

JELEL’S INSIDE

PERDONARE ALLEGGERISCE IL CUORE E RINVIGORISCE LA MENTE

di Miriam Macchioni

L’arte di realizzarsi

a cura di Rosita Loiodice

Si può davvero essere felici senza conoscere davvero se stessi? Qual è il senso della propria vita? Questi, come tanti altri quesiti esistenziali, potrebbero affiorare, prima o poi, nella mente di chi, soprattutto in determinati momenti dell’esistenza, avverte la necessità di vivere appieno la propria vita cogliendone tutto il suo valore, tutto ciò che può dare, evitando quindi di farsi vivere da essa; di chi, stimolato e assecondato da quel particolare desiderio di crescita personale, decide di intraprendere il viaggio più coinvolgente che si possa compiere, quello che conduce alla realizzazione di se stessi sotto ogni aspetto materiale e/o spirituale. Ma è realmente possibile raggiungere quella prosperità interiore capace di influenzare in modo decisivo la conquista di tutto ciò a cui si aspira? Una palese e concreta risposta ci è data da Jelel’s Inside - perdonare alleggerisce il cuore e rinvigorire la mente - (Self Publishing Vincente, 2016, pagg. 242) della scrittrice Miriam Macchioni che, del suo cammino esistenziale, fatto di giorni trascorsi tra il suo lavoro e la sua adorata famiglia nei luoghi amati, di seminari seguiti e libri letti, di esplorazioni e scoperte interiori, consapevolezze acquisite e cambiamenti, anche materiali, conquistati, ha voluto darne testimonianza con quest’opera autobiografica, psicologica e motivazionale a dimensione umana, in altre parole: alla portata di tutti. La terminologia utilizzata dalla Macchioni, difatti, risulta semplice, ben articolata e incisiva; la materia trattata, seppure complessa, considerata anche la varietà di implicazioni, viene analizzata e approfondita con naturale spontaneità. Si evidenzia, inoltre, una certa maestria dell’autrice nel fare riferimento anche alle diverse chiavi di lettura, per un efficace apprendimento da parte di chi legge delle tecniche di autorealizzazione nel testo contenute. Si potrebbe affermare di essere di fronte a un’effemeride, una pubblicazione in cui sono raccolti, a cadenza mensile, gli obiettivi e i risultati raggiunti dall’autrice-protagonista nel corso di due anni di vita, grazie allo studio e all’applicazione di metodi ed esercizi pratici, dal carattere pure scientifico, anch’essi illustrati nel dettaglio. In Jelel’s Inside viene spiegata l’importanza della scienza della creazione intenzionale e la sua applicazione nella vita quotidiana; della Guarigione Riconnettiva, di come raggiungerla per poi ottenere dei vantaggi “miracolosi”; delle tecniche DTM, EFT e PSYCH-K® utili per «liberarsi emotivamente dalle emozioni e dalle credenze limitanti». Miriam Macchioni non manca neppure di riportarvi, svelandole, curiosità emblematiche riguardanti alcuni personaggi del mondo dell’arte, le piramidi e certi fenomeni sorprendenti a esse legati, nonché i tratti più intimi del suo essere donna. Amante del teatro, dell’arte e della scrittura in particolare, che la vede già presente nel campo letterario con altri scritti di vario genere, e incoraggiata dal suo spirito di contraddizione, l’autrice è sempre pronta a protendersi verso nuovi obiettivi, dimostrando, con dati di fatto, come il presupposto fondamentale per ottenere «il massimo dalla vita» sia risvegliare prima di tutto una certa chiarezza d’intenti rispetto ai reali traguardi che si vogliono raggiungere, per poi tradurli in creazioni mentali: visualizzazioni che devono sprigionare emozioni talmente forti e sentite da far risultare le mete aspirate già tangibili e godibili. Ciò è reso possibile grazie alla cooperazione sintonica di Mente, Corpo e Spirito, che permette un’intima connessione con il Grande Tutto, l’Universo, l’Uno di cui ogni essere umano ne è, volente o nolente, l’espressione attiva terrena. Già Eraclito, filosofo greco presocratico, affermava: «Se nel mondo non vi fosse l’unità, e cioè non vi fosse un senso che lega tutte le cose, esso sarebbe come un’immensa pattumiera». E non potrebbe essere adesso il momento giusto per comprendere che vi è la necessità di nuove consapevolezze che sviluppino e soddisfino appieno l’esistenza di ognuno? D’altronde è innegabile quanto le credenze limitanti spesso alberghino nel nostro subconscio (il protagonista dei protagonisti di questo libro), influenzando in maniera sfavorevole la realizzazione di qualsivoglia desiderio. In questi casi si rende necessaria, dunque, una “riprogrammazione”, che è sempre fattibile, di quel Sé nascosto (dal titolo del libro: La padronanza del Sé nascosto di Serge Kahili King) che giunge finanche a controllare, sempre inconsapevolmente, le funzioni mentali e quelle del corpo. Tuttavia, qualsiasi cosa, in cui davvero si crede, esiste; e qualsiasi cosa si voglia acquisire, la si può avere. Ma come è possibile dunque ottenere salute, denaro, magari anche una soddisfacente spiritualità, e quindi una vita completa e felice? Jelel’s Inside di Miriam Macchioni è, con tutta evidenza, il testo adatto per condurci sulla strada giusta della totale realizzazione, sempre che si sia accompagnati da grande forza di volontà, fiducia, amore, comprensione, perdono, ascolto, ringraziamento e impegno. E approcciarsi a questa lettura significa già, di per sé e in qualche modo, attingere a quell’Energia della Fonte, a quell’Energia Suprema Divina, a quell’Uno moltiplicatore di benessere inesauribile tanto desideroso di fluire, con entusiasmo, nella vita di chiunque glielo permetta.

INTERVISTA ALL'AUTRICE 

Cosa significa scrivere per Miriam Macchioni?

Per me scrivere è quasi un bisogno. Io scrivo tutti i giorni, magari poche pagine, ma non posso fare a meno di creare. La scrittura è un luogo incantato nel quale mi reco e lì perdo la cognizione del tempo e dello spazio. Non ho bisogno di pensare; mentre scrivo arrivano idee, intuizioni e altro. È uno stato che se non si prova non si può comprendere con una logica spiegazione.

Cosa l’ha spinta a scrivere Jelel’s Inside e poi a pubblicarlo?

Ho iniziato nel 2009 a leggere libri motivazionali che mi hanno aiutato molto. Ho deciso così di scrivere la biografia della mia vita che stava cambiando. Lavorando su me stessa avevo preso coscienza che siamo noi gli autori della nostra esistenza. Ho scritto questo libro pensando di essere un aiuto per le persone che volevano modificare atteggiamenti bloccanti e poco evolutivi. Infatti Jelel’s Inside contiene anche esercizi che aiutano a migliorarci la vita.

Ha mai pensato di tenere video conferenze riguardo a ciò di cui parla e insegna in maniera pratica attraverso questo suo scritto?

Video conferenze non ne ho mai fatte. Non so se mi piacciono. Io preferisco parlare alla gente che vedo e che sta di fronte a me. Tengo invece piccoli corsi o seminari sulla comunicazione empatica, sul perdono e sul cambiamento.

Ha qualche altro progetto culturale in cantiere?

Scrivendo molto i miei progetti sono sempre numerosi. Nel frattempo ho pubblicato un altro libro: La Principessa Fawziya, romanzo ambientato nell’antico Egitto. Ora invece sta uscendo un libro su Ho’oponopono, davvero molto interessante.

Intende procedere nell’elargire agli altri queste sue preziose conoscenze/esperienze pubblicando altri testi a tal proposito?

I miei libri sono di vario genere; spaziano dal romanzo alla poesia. I miei interessi sono molti ma la mia specializzazione è nel campo della psicologia in generale. Studio Psicologia Indovedica con Indirizzo Ayurvedico da molti anni; sono Counselor Relazionale Spirituale e Ipnologa nella regressione alle vite precedenti.

QUALCHE RIFLESSIONE DELL'AUTRICE 

Credo che leggere, studiare e scrivere aiuti molto. Soprattutto in periodi di cambiamento come quello che stiamo vivendo, questi interessi aiutano a superare eventuali momenti di sconforto o di noia. Come Counselor sento che le persone hanno bisogno di maggior consapevolezza. La tristezza che percepisco in questi giorni è davvero elevata. Purtroppo la gente ha troppi stimoli ma sbagliati. Le persone dovrebbero stare più centrate su loro stesse, ma non avendo gli strumenti necessari, fanno fatica. Quello che sento è questa solitudine che avvolge l’essere umano, proprio per la sua incapacità di stare da solo con se stesso e di ascoltarsi.

L' AUTRICE SI RACCONTA

Nasco nel marzo del 1963. Amo viaggiare e conoscere nuove persone; mi piacciono l’arte, la musica e il ballo (ogni tipo). Amo studiare, leggere e mi diverto scrivendo. I miei libri sono di vario genere: poesie, romanzi di fantasia, testi motivazionali, autobiografici e saggi su le scienze tradizionali dell’India, in particolare sulla Bhagavadgītā. Frequento regolarmente corsi, studi e percorsi per il benessere personale. Una delle tecniche che mi ha molto aiutato è stata PSYCH-K®, un metodo ideato da Robert M. Williams: un sistema per l’integrazione emisferica e per la cancellazione delle credenze bloccanti. Ho seguito un workshop di Eric Pearl, diventando operatrice di The Reconnection. Ho seguito anche il corso base di Channeling. Studio l’Ayurveda e m’interessa la medicina olistica e la Metamedicina di Claudia Rainville. Seguo Brian Weiss e ho frequentato il suo seminario tenutosi nel 2014 a Milano. Ho conseguito il Master d’Ipnosi Regressiva alle Vite Precedenti, seguendo i corsi con il prof. Valmaggia Antonio. Seguo corsi e aggiornamenti riguardanti ipnosi e psicologia emozionale di P. Ekman con il dottor Igor Vitale. Seguo anche i corsi di psicologia criminale. Dal 2013 sono iscritta al Centro Studi Bhaktivedanta, dove ho iniziato il mio percorso di studi: Psicologia Indovedica con indirizzo Ayurvedico. Ho conseguito il diploma di Counseling Relazionale Spirituale. Ho discusso la tesi il 01/07/2017 con ottimi risultati. Sono ipnologa regressiva alle vite precedenti. Sono iscritta al corso di Istruttori Yoga che ho appena iniziato.