Lᴀ Vᴏᴄᴇ ᴅᴇʟ Rᴇᴄᴇɴsᴏʀᴇ

SCRITTURA VIVA

LE POESIE DI ALESSANDRA SORCINELLI

MECCANISMI

Cuori chiusi o stesso cuore

cuori chiusi senza amore

con amore che rinchiude

con amore senza cuore.

Con lucchetto a suggellare

con sigillo ad impalmare

con le chiavi da buttare.

La filiera dell'amore.

Ma se spezzi la catena

ma se guardi oltre la rete

forse il cuore si riapre

forse esiste anche l'amore.

Siamo solo delle chiavi

per arcane serrature

che non ci è dato capire.

La catena dell'amare.

 

DI CIELO

Di azzurro turchino

si sveste la fata

le fanno l'inchino:

si dice sia amata.

Di celeste l'ali

le frullano in mente

le offron regali

che è meglio di niente.

Di blu poi incensata

a volte ci crede

poi disincantata

fa bizze la fede.

Di grani azzurrini

ci conta le ore

poi rotolan fini

sciogliendo il dolore.

Di indaco infine

riveste la stanza

di pizzi e di trine

ha avuto abbastanza!

 

A CASACCIO

Non scrivo a casaccio

senza canovaccio

la rima la voglio

non libero il foglio.

Vi leggo ogni spesso

già ieri ed adesso

mi fate pensare

in quel verseggiare.

La metrica assente

sapore di niente

vabbè si è moderni

ma arrivan gli inverni.

Il freddo di penna

calamaio stanco

non vi presto il fianco

senz'eco od antenna.

Per farvi capire

scrivete contorto

vi volevo dire:

coltivate l'orto!

Filosofesia ovvero poesia

che ci gira intorno

fino al mezzogiorno

la testa mi gira:

che pura eresia!

 

SCROSCIANDO

Che scende che corre che striscia che lava:

purifica e monda

sia mitra che clava.

Percorre e poi scorre

serpeggia ed inonda:

che giunga che venga che sia benedetta!

Ma spesso non torna e lascia dovunque

sol crepe del cuore spaccato e riarso

poi cambia opinione e vuole esondare:

allaga e tracima fino ad affogare

Che muta e che gira che appare e scompare!

Ci fa tentennare pregare sperare.

L’acqua che bagna che stagna che sale:

vale la pena che torni il sereno

se per un momento ne senti il vociare

scrosciando ti canta che vive la vita.

Ti puoi ristorare

Ti puoi dissetare

Non solo la gola non solo le membra

Ma l’anima stanca che quasi ti chiede

Siediti all’oasi e lasciami bere!

 

BIOGRAFIA

Alessandra Sorcinelli nasce a Cagliari nel giugno del 1966. Consegue due lauree in materie giuridico economiche ed il master come Esperto della pubblica amministrazione in Sardegna. Attualmente Auditor Interno del sistema di gestione della Qualità presso l’Università degli Studi di Cagliari. Esperta in pari opportunità e diritto non discriminatorio. Componente del comitato unico di Garanzia in Ateneo. Esperta in politiche di genere uil rua. La poesia fa parte della sua quotidianità e costituisce per l’autrice una forma di comunicazione dell’anima verso le altre anime. Ama definirsi poetessa della plebe. Numerose partecipazioni a eventi culturali festival della poesia, pubblicazioni in antologie e vincitrice di premi e menzioni nazionali e locali. Giurato esperto in concorsi letterari nazionali Organizzazione di eventi museali artistici e culturali Conferenze seminari convegni.