RECENSIONI

Lᴀ Vᴏᴄᴇ ᴅᴇʟ Rᴇᴄᴇɴsᴏʀᴇ

SCRITTURA VIVA

 

FIAMME GEMELLE

due Vite, due Corpi, una sola ANIMA!

di Anima Monade Rosella Falappa.

L'Anima e la maschera

di Enza Salpietro

Incontrarsi e... illuminarsi. Capirsi senza parlare... emozionarsi nel medesimo istante... dire l'identica cosa nello stesso momento... comprendersi profondamente... sorridere delle reciproche debolezze... sognarsi. Ma l'incontro con la propria fiamma gemella non è soltanto questo, come spiega in modo chiaro e dettagliato l'autrice di FIAMME GEMELLE due Vite, due Corpi, una sola Anima! Un libro di Anima Monade Rosella Falappa, - edito dall'Associazione Culturale Libellula, anno di pubblicazione 2017, pp. 409 - un'opera che andrebbe letta tutta d'un fiato per coglierne immediatamente "l'anima", ma non si può perché troppo ricca di informazioni e piuttosto ampia, come si deduce dal numero di pagine. La scrittura di Rosella Falappa, pur essendo semplice e limpida, rendendo così piacevole e scorrevole la lettura della sua particolarissima opera, trabocca di passione, di sincerità e di verità. Il tema delle fiamme gemelle ha sempre incuriosito e attirato un pubblico molto ampio, vuoi perché si ricollega all'eterna 'quête' della felicità, vuoi perché risveglia il desiderio di comprendere meglio tutto ciò che è misterioso, fatto sta che l'argomento stuzzica l'attenzione dei più. Fra l'altro, in questo caso, l'opera è arricchita dalla personale esperienza dell'autrice: una storia d'amore intensa e travagliata che alla fine "si scioglie" in uno sfogo sincero e accorato che commuove il lettore, lasciandolo incredulo, stordito, ma ricco di nuove conoscenze e più consapevole riguardo alcune tematiche che forse non hanno ancora lo spazio culturale che meritano. La profondità del pensiero della scrittrice, e quindi la sua genuinità, raggiunge l'apice nel momento in cui afferma che «Quando due pezzi della stessa Anima si incontrano si riconoscono subito nella verità di ciò che È, anche se non si sono ancora mai visti in faccia e toccati con mano». Un incontro irripetibile, foriero di cambiamenti repentini e significativi, una felicità piena e totalizzante, ben manifesta in una bellissima espressione dell'autrice che sfiora l'essenza della lirica amorosa: «...è come se le nostre anime stessero danzando». Ma nella vita accade spesso che «la realtà arriva per ciò che È. Arriva la vera realtà trasparente, lineare, chiara e coerente. In questo modo tanti schemi, tante credenze e tanti scatoloni crollano perché sono pure illusioni». Una tematica, quella della negatività delle illusioni, che si sposa bene con il tema delle "maschere", del falso buonismo, dell'idolatria dell'apparenza: le illusioni svaniscono ogni qualvolta cade una maschera, la sincerità si scontra allora con quest'ultima ma non ne esce mai sconfitta. L'autrice non manca di sottolineare l'importanza di essere "se stessi", la necessità di evitare di "aggrapparsi" a dei modelli imposti dalla società e nei quali non ci si rispecchia. Occorre semplicemente essere quello che si È, aborrendo ogni tipo di maschera. Tutto questo è realizzabile, come afferma egregiamente la scrittrice, solo se si è 'Anima', perché, come lei stessa scrive rivolgendosi a un ipotetico lettore, «se sei Anima non hai bisogno di niente e di nessuno, ti racconti per ciò che sei, senza doverti nascondere dietro facciate, maschere o specchi, non hai bisogno di copiare qualcun altro o di identificarti con un gruppo, un ambiente, un’ideologia per avere un riconoscimento, non hai bisogno di prendere ispirazione da fuori, perché ciò che È è già dentro di te e lo devi solo far venire nella luce fuori in modo lineare, chiaro, trasparente, vero e coerente perché solo tu puoi riconoscere ciò che Sei veramente». Un tema, quello della maschera, di matrice pirandelliana, svolto dal grande scrittore in tutte le sue sfaccettature e sempre attuale, oggi forse più che mai. Quella maschera che è destinata a cadere perché falsa, non veritiera, non autentica, sarà inevitabilmente sostituita da un'altra che ad un certo punto sarà tolta per l'ennesima volta da chi ha scelto di essere "nessuno", dimostrando il suo vero volto, il volto del "nulla". Tante sono le maschere che si possono indossare mentre l'anima è sempre e soltanto una, di conseguenza le prime non possono essere altro che menzognere, mentre l'anima è sempre 'Verità'. Inoltre, tenendo conto del fatto che originariamente il termine "Anima" indicava, fra l'altro, anche l'essenza della personalità di un individuo, e quindi era intesa come sinonimo di "io", si potrebbe inoltre affermare che l'uso e l'abuso di maschere stanno ad indicare una totale mancanza di tale essenza nei soggetti che vivono in una specie di "eterno carnevale". L'autrice di FIAMME GEMELLE due Vite, due Corpi, una sola ANIMA! trasmette al lettore con coraggio e grande dignità un messaggio che è una vera e propria lezione di vita, laddove descrive i suoi momenti di smarrimento: «Avevo superato tante difficoltà nella mia vita, mi domandavo: ma chi è questa? Questa donna non la conosco!!! Chi è questa donna che vive questo stato di apparente dipendenza da questo uomo?». Acquisire la consapevolezza di uno stato di disagio significa, fra l'altro, aprirsi un varco verso la salvezza, trovare una via d'uscita dalla sofferenza, dalla disperazione, confidando soprattutto in se stessi, come si può dedurre da ciò che Rosella Falappa scrive in un passo del suo libro: «Per ricordare la Verità di ciò che Anima è non serve lo specchio illusorio esterno che gli altri ti mostrano, basta prendere in mano il coraggio di stare nella Verità interna che ti mostra Anima e seguirla nella sua vera profondità». Si intravede tra le righe di questo libro, il desiderio dell'autrice di raggiungere il cuore dei suoi lettori e di poter essere eventualmente d'aiuto in modo sincero e disinteressato. Spicca nello stile narrativo fermo e deciso del libro una voce onomatopeica, quasi un vezzo, una piccola licenza stilistica che l'autrice si concede, forse per smorzarne un po' il tono serioso, si tratta dell'interiezione "puff", il cui suono è simile al rumore prodotto da un corpo che cade in acqua, un termine che Rosella Falappa adopera per indicare tutto ciò che è destinato a svanire, tutto ciò che «non È» e che si ricollega quindi alla caduta della maschera, al crollo delle illusioni, all'inconsistenza di tutto ciò che non è Anima. Che dire... un grazie di cuore a Rosella Falappa per aver scritto un'opera "nuova", singolare, nella forma e nel contenuto: FIAMME GEMELLE due Vite, due Corpi, una sola Anima! di Anima Monade Rosella Falappa.

 

Chi è Anima Monade Rosella Falappa?​

Rosella Falappa è una donna viva fatta in carne, ossa, sangue, mente, spirito ed anima, in integrità nell'essere di ciò che è, dove l'esperienza vissuta con l'incontro della propria fronteparte Fiamma Gemella, l'ha portata a prendere coscienza, a ricordare la verità di ciò che è e del suo processo di espansione sin dalla sua origine e dalla sua venuta alla luce.

Perché è Anima?​

Perchè solo anima ha la memoria di tutto ciò che è stato, ciò che è e ciò che sarà, in quanto anima è la memoria della vita, di tutta l'esistenza dall'origine e di tutto il movimento della vita, perchè senza anima la vita sarebbe inesistente in quanto non ci sarebbe nessun movimento, perchè anima non parla, non pensa, non fa, ma essa muove ciò che è vivo, tutto ciò che agisce per la vita, attraverso la sua espansione, la presa di consapevolezza e di coscienza di ciò che è.​ Anima è il tutto e il nulla, anima è, l'attore, è il regista, il produttore di ogni suo film, perchè le vite che vive sono solo film che anima guarda, interpreta e produce per la sua espansione. Solo stando nel ricordo di se stessa, essa può ricordare ciò, quando ha acquisito la coscienza totale di Sè e del ricordo dall'origine della sua espansione di coscienza, decide di uscire dalle vibrazioni che le permettono di creare un certo tipo di film, quindi di realtà e magari uscire anche dal cinema in cui è rinchiusa da tempo immemorabile, per accedere al livello superiore di espansione; dove però l'uscita dal cinema non è nello schermo del cinema dove vede la luce e vengono proiettate le immagini, ma nascosta dietro la tenda nera in fondo alla sala. Purtroppo quando ci si identifica solo con la persona (in etrusco: maschera teatrale), ego, parte materiale, rinnegando la verità di ciò che è, anima dimentica la verità e diventa vittima del suo stesso gioco, invece di giocare e divertirsi, come quando da bambini giocavamo a guardie e ladri e a turni facevamo la guardia, o il ladro, senza giudizio e ci divertivamo molto a giocare e dopo un pò essendo consapevoli che era solo un gioco, abbiamo smesso di giocarci, essa invece rimane incastrata in quel gioco, dimenticandosi che ci sono tanti altri giochi anche più divertenti a cui giocare. Per anima non esiste il buono o il cattivo, il bello o il brutto, il bene o il male, la luce o il buio, etc... non esiste la dualità, esiste solo ciò che è, e ciò che non è, che si riflettono l'uno nell'altro annullando il conflitto nella neutralità attraverso l'integrazione, prendendo coscienza della neutralità della verità, che è sempre presente nel suo gioco anche se a volte nascosta. Anima è assoluta ed immortale, perchè è verità, perchè mai nata e quindi mai può morire,​ L'inganno può infiltrarsi nella creazione del film e del gioco di anima, solo quando le vibrazioni sono basse e non c'è coscienza dell'integrazione di se stessa, perchè nei suoi film oltre all'è, contiene anche il non è, tutto ciò serve ad anima per portare avanti la sua espansione rendendolo apparentemente più divertente ed interessante, con i suoi segreti, le sue maschere, i suoi enigmi e tutto questo però può rendere più difficile sciogliere il senso e il dilemma della vita, per l'attore uomo donna vivi con le loro domande, questi sono gli specchi che illudono, le fotocopie e le comparse che si ripetono all'infinito deviando il percorso, le false promesse, gli inganni, i burattini e i burattinai, etc... che si intrecciano in questo gioco, così apparentemente assurdo e senza senso se lo si guarda con superficialità.​ Ma se si va nel profondo di anima, tutto ciò serve ad essa per prendere coscienza di Sè e di chi è veramente, del suo potenziale, perchè attraverso il guardare e il vivere questi film mano a mano, anima si espande e riporta alla luce il suo ricordo, vero e neutro perchè lo integra e il non è, così sparisce dalla sua esistenza, lasciando spazio solo all'è che si manifesta in tutta la sua potenza e magnificenza.

E perché si definisce "Monade"?

Anima Monade, è colei che si è riconnessa all'origine ed ha portato alla luce tutto il suo ricordo, nell'integrità e nella neutralità, vivendolo consapevolmente nell'esistenza e che può facilitare altre anima che vogliono ricordare ciò che è, avendo il ricordo all'origine all'è.

Un'opera, la sua, che va letta attentamente per comprenderla bene. A chi si rivolge, chi sono i destinatari del suo libro? E cosa vuol dire al suo pubblico?

Questo libro è nato da un esperienza personale, molto intensa e anche molto dolorosa, un vissuto che mi ha portato a far cadere molti veli rispetto a ciò che credevo e che avevo studiato in più di 25 anni di percorsi spirituali, di crescita personale, essendo una coach, naturopata, operatrice olistica.​ Con questo incontro si sono rotti gli specchi, dissolti gli inganni, con le sue false promesse ed i ricatti, ho tagliato molti fili dei burattinai, smettendo di essere un burattino mosso da fuori, ma ricordando la verità di anima, che ti muove da dentro e anima ha iniziato a muovermi per ciò che è.​ Questo proprio grazie all'incontro con la mia fronteparte animica, perchè solo attraverso l'incontro con se stessi si può ricordare la verità, questo libro è rivolto a tutti gli uomini e le donne viventi che sono veramente anima e che vogliono avere una facilitazione per ricordare dove si trova veramente la via d'uscita dal cinema, che come dicevo sopra non è nello schermo, quindi nell'illusione della realtà, ma dentro se stessi, che metaforicamente descrivo dietro la tenda nera in fondo al cinema.

In breve, cosa suggerisce a chi è succube di una dipendenza o di una ossessione?

Questo libro non da soluzioni e tantomeno io, a questo tipo di problemi, non lavoro con la persona (maschera teatrale), ma con anima, solo fra anime può risuonare ciò che è, a chi ha questo tipo di problemi suggerisco di approcciarsi con chi può essere più consono e adatto a ciò.​ L'incontro con la propria fronteparte Fiamma Gemella, non ha nulla a che fare con la relazione romantica e vissero felici e contenti, "anche se ciò non viene mai escluso, perchè ogni anima ha la sua espansione", facendo credere che questo è il fine per tutte le anime, si crea una falsa promessa inserita in questo film chiamato realtà, che devia ogni anima dal suo processo individuale. Per questo si può cadere in questa rete di rincorrere delle false promessa, che faranno fare solo tanti giri a vuoto, perchè alla donna o all'uomo vivente che stanno facendo questo tipo di esperienza e che ancora sono inconsapevoli del proprio essere totale, ciò può non piacere, non volendo vedere la verità, in queste situazioni si è come un criceto che corre sulla ruota, senza mai fermarsi, ma senza mai raggiungere nessun luogo veramente. La Fiamma Gemella è l'incontro con se stessi, con la verità, con quella parte di noi che ce la fa ricordare, anche se molto spesso la verità non piace, semplicemente perchè essa ci dice che siamo noi stessi che abbiamo creato e permesso tutto quello che viviamo di bello o di brutto o qualsiasi cosa crediamo che sia, lo abbiamo creato come anima, anche solo attraverso il permesso che diamo con il silenzio assenso (è una delle tante leggi naturali ed anima sottosta ad esse), delegando al di fuori (al falso) dio/dea  ogni responsabilità, definendoci solo delle vittime senza potere, alla ricerca di un padre/madre creatore che ci ha creato per poi abbandonarci, quando il creatore non esiste, perchè espandendoci nell'ovunque scopriremo che esse sono solo proiezioni illusorie, perchè solo anima lascia venire nella luce la vita senza la necessità di nessun creatore esterno. L'incontro​ con una qualsiasi persona (maschera teatrale) può confondersi rispetto all'incontro​ di anima che ha con la sua fronteparte, semplicemente perchè porta a galla la verità e se essa è coperta da tanto non è, non sarà così semplice riconoscerla e fare discernimento. Se si ha vissuto una vita di inganni, dove crediamo di essere delle vittime, una vita fatta solo di sensi di colpa, di inconsapevolezza, di sottomissione, di paura, prima che la verità venga alla luce per essere vista pienamente, dovranno uscire tutte le illusioni e gli inganni, a volte può essere più lento e a volte più veloce, ma sempre molto impegnativo e anche doloroso.​ Anima attraverso l'altra parte di se vede il tutto e il nulla, perchè siamo arrivati ad un punto di espansione tale, per cui dobbiamo lasciare andare ciò che oramai è vecchio inutile ed obsoleto, per poter accedere alla nuova coscienza fatta solo di libertà, verità, amore, coscienza, polarizzazione neutrale e gioia, questo è il processo di maturazione di anima. Quello che rende chiaro l'incontro, non è ciò che si vive fuori, che molto spesso è solo un copione che si ripete all'infinito, anche per chi non è anima, ma la reazione di chi anima lo è veramente, perchè quando si incontra anima vera, si va nel profondo dove c'è la vera connessione di anima, essa fa emergere la verità e solo attraversando ciò che se ne prende coscienza e anima si espande, così che, quel dolore e quella sofferenza che sentiamo possa dissolversi, che non è altro il dolore che ci siamo provocati da soli, rinnegando il nostro potere, la nostra verità e la nostra responsabilità illimitata, che abbiamo su noi stessi. Mentre chi continua a stare il quel lup del fuori, dove vede solo le proiezioni dei suoi film vissuti come veri e assoluti, dei propri malesseri e dei traumi irrisolti, delle ingiustizie subite, degli abbandoni, la ricerca di un salvatore, di figure energetiche e angeliche, etc... perchè è ancora in quel cinema a guardare lo schermo, con tutti quegli effetti speciali così coinvolgenti, dove vede solo una piccola parte di sè, senza vedere anima con i suoi movimenti illimitati nell'ovunque, senza comprendere veramente anima, essi continueranno a girare a vuoto e soffrire. Guardare la realtà solo con il limite della mente, che non vede al di la del proprio naso e delle proprie convinzioni, delle proprie emozioni represse non porta da nessuna parte e non fa altro che far ripetere il giro; invece chi è uscito da quella porta dietro la tenda nera, per vedere con la profondità del cuore dove anima (da non confondere con il falso buonismo della New Ege, e di molti percorsi spirituali che ci sono in giro, dove tutti dicono amiamoci e vogliamoci bene senza aver toccato il fondo e svuotatosi del non è, ma lo ha solo coperto con il tappeto) ha la sua porta di accesso, ha il suo spazio di connessione con la propria fronteparte espandendosi all'infinito, che è uno stato che chiamo "la presenza del Noi e nel ricordo del Sè", dove queste due parti maschile spirito elettrico e femminile anima magnetica in connessione si integrano fondendosi nella polarità neutra, così che questo infinito potenziale fa espandere la coscienza nell'ovunque, fatta di energia infinita a fusione fredda. Questo stato da un senso di completezza e di vero amore, per questo non bisogna fossilizzarsi solo sull'altro fuori, ma su anima dentro, perchè se succede il lup esterno vuol dire che è solo un disco incantato, un incontro di persone (maschera teatrale) e non di anima vera. Mi rendo conto che a volte è più facile guardare fuori, fare lo struzzo, puntare il dito su qualcosa o qualcuno, ma ricordiamo, che quando lo facciamo, abbiamo ben tre dita puntate contro di noi.​ L'incontro con la propria fronteparte animica serve come ho scritto sopra, per far cadere le maschere teatrali, comprese tutte le scenografie, lasciando solo la verità di ciò che è nuda e cruda, che possa piacere o no, questo è il vero incontro di anima Fiamma Gemella, che chiaramente poi va elaborata dalla parte più terrena l'uomo e la donna viventi e questo non sempre è facile, perchè a volte non si ha la coscienza e la consapevolezza per farlo ed è più facile negare o scappare e questo libro, o le facilitazioni individuali che offro possono facilitare la chiarezza di ciò che è e il vero movimento di anima. Ricordiamo sempre però, che la soluzione e la forza per applicarla è sempre in noi e la troviamo nella verità di anima, nessuno da fuori può aiutarci o salvarci e tantomeno qualcuno fuori può dirci chi siamo e se chi abbiamo incontrato è la nostra fronteparte, perchè il fuori non esiste, è solo un film proiettato su uno schermo da anima o da chi usa la sua inconsapevolezza ed ingenuità manipolandola, la differenza del tipo di film e di esperienza che si vive e fa la maturità della coscienza e della consapevolezza di anima, con la sua presenza e il suo movimento integro e neutrale.

 

Cosa intende per "Verità interna"?

Non è facile definire la verità con le parole, la verità di anima non è un concetto mentale, non è la verità a cui siamo abituati, la verità di anima è ciò che è, le parole sono state create dall'uomo e tutto ciò che è stato creato dalla mente non è ciò che è, non a caso si chiama mente. La verità interna arriva direttamente dall'origine di anima, è un ricordo che non potrà mai essere cambiato, per quante illusioni ed inganni verranno messi sopra, essa emergerà sempre, per quanto si cercherà di ingannare, illudere anima, essa tornerà sempre alla verità, nessuno potrà mai nascondere veramente la verità di anima. Potranno far fare ad anima tanti giri inutili sulla ruota del criceto, allungare il brodo, far perdere anima dentro il cinema a guardare i film, cercando di impedire ad anima di arrivare alla sua espansione totale, ma per quanto si potrà fare per impedire a ciò che è di emergere, prima o poi esso verrà alla luce, nella sua totalità e quando anima sarà ovunque e ciò che è reggerà questo suo potenziale con integrità, tutto sarà immortale come lo è anima, che non è mai nata e quindi mai potrà morire.

Togliere ego va bene, ma è possibile togliere la personalità dalla propria vita per fare venire alla luce la vera essenza di Anima?

Anima non toglie nulla, quando anima ricorda ciò che è e diventa consapevole e cosciente di se, automaticamente ciò che non è sparisce da solo, perchè è un illusione. Ego è una tecnologia biologica istallata sul corpo vivente che si nutre dell'energia spirituale, che proietta e crea illusioni, che alimenta e costruisce le maschere nei tanti film visti e vissuti, per difenderci dall'esterno, dalle situazioni, dagli altri, perchè con una falsa promessa, un inganno è stato fatto credere ad anima che nella vita gli mancava qualcosa e che con ego come interfaccia avrebbe potuto creare tutto ciò che desiderava, e che avrebbe dovuto soffrire e lottare per ottenerlo, perchè anima senza ego sarebbe stata incapace di prendersi il potere e la responsabilità della sua espansione. In realtà ego ha fatto entrare anima in un vissuto di una ruota che fa sempre lo stesso giro ed ogni volta la fa ripartire da zero, cancellandogli la memoria di ciò che è.​ Questa ruota gira in una realtà in continua lotta e guerra fra le dualità; anima si è talmente identificata con ego e con la ruota che gira, che ha dimenticato la verità di chi è veramente, quindi una volta che il ricordo emerge integrando la dualità per entrare nella neutralità, non sarà necessario eliminare ego, basterà integrarlo, così che diventerà neutro e la guerra fra il fuori e il dentro finirà per sempre, anima non distrugge, anima compenetra e ciò che si lascerà compenetrare da anima prenderà vita cosciente, ciò che farà resistenza farà puff da solo.

Qual era il suo stato d'animo mentre descriveva il suo dolore, la sua angoscia in seguito a quello che le era accaduto? Ha provato sollievo? Perché ha voluto raccontare la sua esperienza?

Quando sono arrivata a scrivere questo libro la fase più difficile era orami superata, avevo vissuto più di due anni a cercare di comprendere ciò che avevo vissuto e perchè, avevo cercato per tanto tempo fuori le risposte, attraverso tecniche, libri, facilitatori, visto che conoscevo bene l'ambiente essendo io stessa un operatrice olistica. Per tanti anni avevo studiato di tutto e di più ottenendo tantissimi risultati, sia su me stessa, che su glia altri, quindi ero convintissima di quel mondo e di quei metodi, che poi ho scoperto essere solo una falsa promessa ed una fotocopia di anima, fatta a posta per deviare anima dalla sua vera espansione. In quella situazione nulla sembrava funzionare, ogni cosa che facevo mi portava ancora di più a sentirmi lacerare dentro, fin quando un giorno ho sentito un movimento interno, un qualcosa di nuovo, ma che conoscevo da sempre. Essendomi sentita totalmente persa e in balia di quello che stavo vivendo e non avendo più la forza di resistere e reagire, mi sono abbandonata a questo movimento interno, mi sono affidata ad esso che mi ha portato fuori da tutto quel dolore, dandomi risposte e chiarezze rispetto a quello che stavo vivendo, in un modo totalmente diverso da quello che conoscevo e che avevo studiato. Anima mi ha mosso mostrandomi che invece di cercare conoscenze, nozioni e soluzioni fuori, dovevo solo svuotarmi da tutto il non è che avevo dentro, integrare il tutto per tornare alla neutralità, nel fare questo ciò che è, emergeva, ma anche il non è, e mano a mano era sempre più evidente che anima manteneva la verità integra e solida su cui sentirmi sempre più stabile e sicura, facendo fare puff agli inganni e alle illusioni, svuotandomi del non è e lasciando solo l'è.​ Il suo movimento forte e deciso, ma con infinta compassione e amore ha fatto cadere tutta l'illusione del fuori, portandomi profondamente dentro di me. Dal momento che anima ha iniziato a muovermi, non ho più agito con la mente, ho lascito essere, e così sono venuti alla luce i video che trovate pubblicati sul mio canale youtube​ da poter visionare gratuitamente, poi sono arrivate le facilitazioni di anima, come le sessioni individuali che svolgo telefonicamente, le sessioni individuali di persona delle regressioni all'è e i movimenti animici, un lavoro di gruppo per far cadere le illusioni più velocemente per ricordare la verità di anima e in fine è venuto alla luce il libro, come chiusura di un quadro che anima mi ha mosso a divulgare, perchè oramai era diventato tutto così limpido e chiaro per me.​ Tutto questo è stato mosso da anima, io sono stata solo un tramite, ed ho condiviso ciò, così che ogni anima vera, che è stanca di guardare i soliti film, può trovare qualcuno che può indicargli la via di uscita dal quel cinema, perchè avendola trovata per se la conosce. Io non posso aiutare nessuno, posso solo indicare la porta d'uscita da quel cinema, poi ognuno deve farsi muovere da anima, per riuscire ad uscire, inoltre ogni anima può trovare quella porta da sola come è successo a me, perchè non esiste nessun salvatore, io da parte mia facilito solo la direzione per uscire dal gioco del giro a vuoto e quindi arrivare direttamente all'origine senza distrazioni inutili, che serve solo a portare via energia all'espansione di anima.

Link dell'autrice Facebook:​

https://www.facebook.com/RosellaFalappaA

Canale youtube​

https://www.youtube.com/user/1971Rosella/videos